Via Eustachi, Il Mercato

Enrico Bonalumi



In un mercato, specialmente rionale come questo, il dettaglio è ciò che conta di più, le bancarelle con la frutta di stagione, le urla dei commercianti per attirare l’attenzione dei clienti e per riuscire a discostarsi dalla concorrenza, l’umanità che avvolge questo posto fermo nel tempo (e nello spazio).

La frutta ben disposta sui banchi, le cassette utilizzate buttate alla rinfusa sui camion, l’anziana signora che va a comperare frutta e verdura con la figlia o la badante o chi va al mercato a fare compere in bicicletta. Scena di una Milano che non si pensa possa esistere più nel caos della vita moderna ma che invece è più attiva che mai nonostante tutto, nonostante la grande distribuzione. Forse tutto ciò è figlio della crisi o forse è solamente l’attaccamento alla tradizione italiana e ai mercati rionali radicati da sempre nel territorio anche se si parla di una città moderna come Milano.